764 km / 33 giorni a piedi

Il Cammino Francese

Il percorso più antico e frequentato del Cammino di Santiago.

Ti spieghiamo com'è il percorso più famoso del Cammino di Santiago. Scopri tappa per tappa com'è l'itinerario, gli ostacoli che puoi trovare e il patrimonio culturale che puoi vedere.

Ricorda che per iniziare il Cammino di Santiago non c'è bisogno farlo da capo. Puoi scegliere qualsiasi punto intermedio e fare il numero di tappe o chilometri che vuoi. Se fai 100 km a piedi, riceverai la Compostela -l'attestato del tuo pellegrinaggio- al tuo arrivo nella Cattedrale di Santiago.


Photo: Fortaleza de Sarria

Vuoi fare il Cammino?

Organizza il tuo viaggio con un'agenzia specializzata. Lasciaci i tuoi dati e ti invieremo informazione senza impegno.


Trasmetteremo i tuoi dati a Pilgrim Travel S.L., chi gestirà la tua richiesta. Per esercitare i tuoi diritti, consulta la politica sulla privacy. Dati raccolti da Premium Leads S.L.

Storia del Cammino Francese

764 km / 33 giorni a piedi / 14 giorni in bici

 

Il Camino Francés è uno dei percorsi con più storia di quelli che portano fino a Santiago. Anzi, è considerata la strada più antica, dal momento che ci sono documenti che ne parlano dal 1135. Questa, quindi, è la documentazione più antica che esiste su i cammini a Compostela. Il Camino de Santiago emerse nel IX secolo, con la presunta scoperta della tomba di San Giacomo il Maggiore (Santiago el Mayor in spagnolo). Grazie a questo evento e al sostegno del re Alfonso II (che regnò in quel momento), il Cammino Francese comincia a essere frequentato, sia dai devoti della Penisola Iberica che da coloro che vivevano in altre regioni d'Europa.

Il Cammino di Santiago non solo ebbe il sostegno del re Alfonso II, ma anche con la benedizione di Carlo Magno, imperatore di gran parte dell'Europa. Non c'è dubbio che questo fatto abbia contribuito ad espandere la popolarità del mito di Giacomo il Maggiore e ha fatto il Cammino fosse percorso dovunque l'Europa.

camino francés

Perché scegliere il Cammino Francese?

Il Cammino Francese non è solo il percorso più antico che sia stato registrato, ma è anche il più popolare tra i pellegrini di Compostela. La tradizione storica del Cammino Francese è un bel motivo per iniziare a vivere quest'esperienza. Puoi fare lo stesso percorso storico da antenati provenienti da tutta Europa, passando per luoghi chiave e punti di interesse enigmatici.

Essendo un cammino così popolare, puoi trarre beneficio in tanti modi. Le tappe del Camino Francés sono sempre piene di pellegrini (anche in bassa stagione, come l'autunno o l'inverno). L'atmosfera non ha paragone. Inoltre, il fatto che sia il percorso più frequentato ha portato l'apertura di tanti negozi. Cioè, non ci saranno problemi per accedere a tanti ostelli, ristoranti, ecc. Grandi vantaggi se hai bisogno di fermarti per riposare prima di raggiungere la fine della tua tappa.

Logrogno

Foto: V. Maza

Burgos

Foto: El fosilmaníaco

Leon

Foto: J. A. Gil

Astorga

Foto: P. Lameiro

Tappe del Cammino Francese

Il Cammino Francese inizia nella famosa città di Saint Jean Pied de Port, situata in Francia, molto vicina al confine con la Spagna. Assume un tracciato di 33 tappe e una distanza totale di 764 Km. Le tappe sono tra 18 e 30 chilomitri ciascuna e attraversano città e località del nord della Spagna come Pamplona, Logroño, Burgos, León, Astorga, Ponferrada, Arzúa e tante altre.

Tappa 1
Saint Jean Pied de Port – Roncisvalle (24,2 km)

Questo è un'inizio di tappa un po' difficile. In caso di avere problemi, puoi sempre deviarti verso Valcarlos, dove il percorso diventa più facile e sopportabile. In questa prima tappa puoi godere di belli paesaggi, come la Puerta del Pirineo, il confine tra Francia e la Spagna che attraversano tanti pellegrini. Inoltre, dobbiamo sottolineare la gastronomia, con i deliziosi formaggi caprini e pecorini (Ossau Iraty, Roncal o Idiazabal), tra altri.

Tappa 2
Roncisvalle - Zubiri (21,4 km)

Dopo Roncisvalle, devi continuare con questo piacevole percorso. Puoi farlo seguendo l'itinerario, a fianco la strada principale, oppure deviarti per camminare a fianco il fiume Agra. Le caratteristiche sono meno impegnative rispetto alla fase precedente e sono caratterizzate da paesaggi, abbondanza di servizi e gastronomia senza paragone.

Tappa 3
Zubiri - Pamplona (20,4 km)

Questa tappa è pure conosciuta come la tappa dei ponti, siccome ha un grande numero di ponti da attraversare (il ponte di Bandidos, il ponte di Irotz o il ponte di Ultzama, tra altri). Attraverserai diversi meandri del fiume Agra e dei suoi affluenti. Finalmente, arriverete a Pamplona, ​​la città dei Sanfermines, dove visitare la Cattedrale, il comune, il Palazzo di Navarra o le mura, tra altri punti di interesse.

Tappa 4
Pamplona - Puente de la Reina (23,9 km)

Questa è una zona particolarmente ventosa. Sarà la tua sfida in questa tappa, però questa volta l'orografia è generosa con i pellegrini. Qui vedremo per ultima volta il fiume Agra e avremmo attraversato i ponti sul fiume Sadar. Potrai visitare le chiese di San Miguel, San Andrés o San Esteban, oltre al Palazzo Muruzábal.

Tappa 5
Puente de la Reina - Estella (21,6 km)

Questo è un percorso di poco più di 21 Km con paesaggi agricoli. Campi di grano, di olivi o prati pieni di papaveri sono alcune delle meraviglie che ti aspettano in questa tappa. In quanto riguarda il patrimonio, è possibile vedere il Palazzo dei Re di Navarra, il Santo Sepolcro o il Muro nella città di Esteña. Nella gastronomia non si resta indietro: devi assaggiare i peperoni "piquillo" e las "rocas del Puy" (dolce di cioccolato).

Tappa 6
Estella - Los Arcos (21,3 km)

Questa tappa è caratterizzata per alcune aree desertiche e alcuna zona ventosa. Ha una leggera salita, ma per il resto è un bello percorso per il pellegrino. Da visitare c'è la fontana del vino e il Monastero (a Irache), il Castello di San Esteban de Deyo, la chiesa di Santa María de Los Arcos o il Portal de Castilla. I vini e la "leche frita" sono alcune delle specialità gastronomiche che si possono assaggiare in questa zona.

Tappa 7
Los Arcos - Logroño (27,6 km)

Questa tappa lascia indietro la comunità di Navarra per raggiungere quella di La Rioja. Qui incontrerai il grande fiume spagnolo, l'Ebro, e potrai assaggiare i migliori vini della Penisola Iberica. Questo percorso ha alcune scese con pietre sciolte e ghiaia che possono rendere difficile la camminata. Da visitare c'è la Chiesa del Santo Sepolcro a Torres del Río, il municipio di Viana e i punti di interesse nella capitale di La Rioja: la Chiesa di San Bartolomé, la Concattedrale di La Redonda, la Chiesa di Santiago e le Vie di San Lorenzo e San Juan a Logroño.

Tappa 8
Logroño - Nájera (29 km)

La distanza di questa tappa non dovrebbe spaventarti, poiché è sopportabile e non ha grandi ostacoli. Altrimenti, ci sono solo salite e scese moderate, quasi tutto è pianeggiante con vigneti e altri campi agricoli. Chiese, monasteri e conventi (a Navarrete, Ventosa e Nájera), sono alcuni dei suoi punti di interesse.

Tappa 9
Nájera - Santo Domingo de La Calzada (20,7 km)

Un'altra tappa caratterizzata dall'essere piatta e circondata da campi per l'attività agricola. Passerai verso la Chiesa di Nostra Signora degli Angeli (Azofra), il Monasterio di Suso e Yuso (San Millán de la Cogolla), la Cattedrale e il Paseo del Espolón (Santo Domingo de la Calzada).

Tappa 10
Santo Domingo de La Calzada - Belorado (22 km)

In questa tappa potrai attraversare il confine tra La Rioja e Castilla y León. È un'altra pianura in cui passerai accanto ai resti del castello di Belorado, il famoso castello di El Cid. Puoi anche assaggiare la cucina castigliana-leonese, come il lechazo o la sanguinaccio.

Tappa 11
Belorado - San Juan de Ortega (23,9 km)

Questa è una delle tappe più solitarie che attraverserai. Anzi, molte delle località non hanno servizi come bancomat, farmacia o alloggio, quindi devi essere preparato. Ci sono interessanti monumenti come l'Eremo di Nostra Signora della Roccia (a Tosantos), la Chiesa di Santiago Apóstol (a Villafranca Montes de Oca) o il Monastero di San Juan de Ortega.

Tappa 12
San Juan de Ortega - Burgos (25,8 km)

Questo percorso continua ad essere piatto e, sebbene sia piuttosto lungo, non è particolarmente difficile. Questo è vicino ai sito archeologico di Atapuerca, sebbene non passi proprio lì. Anche se devi deviarti un po', è un posto da vedere. Altri posti interessanti sono la Chiesa di San Miguel de Arcés, la Cattedrale di Burgos, la Cartuja de Miraflores e il Castillo de Burgos.

Tappa 13
Burgos - Hornillos del Camino (21 km)

Appena esci da Burgos, potrai camminare per le stesse strade del percorso originale, attraversando il quartiere ebraico di Burgos e lasciando indietro la sua storica cattedrale. Il percorso continua ad essere piatto e regolare. In realtà, questa tappa è cumulabile con la successiva, facendo un grande percorso di 40 km, ma di poca difficoltà. Non dimenticare di assaggiare il formaggio e il sanguinaccio di Burgos.

Tappa 14
Hornillos del Camino - Castrojeriz (20 km)

Questa tappa, come la precedente, ha circa 20 km ed è piatta e facile da camminare. I vasti campi agricoli castigliani ti accompagneranno. Potrai visitare la Chiesa della Virgen del Manzano, e la Plaza Mayor e il Municipio di Castrojeriz.

Tappa 15
Castrojeriz - Frómista (24,7 km)

Come è tipico nella geografia di Castilla y León, ci sono poche zone di ombra, quindi le temperature possono essere estreme. In questa tappa c'è solo una piccola salita, seguita da lunghe pianure.

Tappa 16
Frómista - Carrión de los Condes (18,8 km)

Questa tappa è breve, rilassata e piacevole, poiché non ha nemmeno pendenze ripide. Potrai assaggiare la cucina castigliana-leonese in tutto il suo splendore: zuppa d'aglio, agnello da latte, il pulcino e molto altro.

Tappa 17
Carrión de los Condes - Terradillos de los Templarios (26,3 km)

La leggenda racconta che a Terradillos de los Templarios è sepolta la mitica oca delle uova d'oro. Questa tappa non è manco difficile, in quanto è piatta e piacevole. Ma bisogna ricordare che, quando si lascia Carrión de los Condes, si attraversano città con pochissimi servizi (ad esempio farmacie, ostelli o ristoranti). Se sei pronto per questo percorso solitario, potrai apprezzare i suoi monumenti e i suoi paesaggi.

Tappa 18
Terradillos de los Templarios - Bercianos del Real Camino (23,2 km)

Lasciamo indietro questa località dei templari per continuare ad attraversare i campi di cereali della vasta Castiglia. È possibile visitare la Chiesa di Santo Tomás de Aquino (a Moratinos), la Chiesa di San Lorenzo (a Sahagún) o l'Eremo di Nuestra Señora de Perales (a Bercianos del Real Camino). Nella città di Sahagún troverai molti servizi sul cammino.

Tappa 19
Bercianos del Real Camino - Mansilla de las Mulas (26,3 km)

Fino al chilometro 7 di questa tappa, approssimativamente, i servizi sono limitati. Devi aspettare di raggiungere El Burgo Ranero, dove sono più abbondanti. Questa tappa è caratterizzata per essere piatta e senza ostacoli.

Tappa 20
Mansilla de las Mulas - León (18,5 km)

Questa tappa collega queste piccole città con la grande città di León. Qui è possibile raggiungere la Cattedrale, le mura romane, il castello e molti altri maestosi monumenti. È una fase semplice.

Tappa 21
León - San Martín del Camino (24,6 km)

In questa fase, la antica capitale di Leon viene abbandonata per immergerci di nuovo nei campi di grano di Castilla y León, così come nell'asfalto, un'occasione per apprezzare i paesaggi e la natura. Non esagerare, poiché è un palcoscenico non troppo lungo, piatto e tranquillo. È normale che quando si lasciano le città si incrocino dei poligoni. Si raccomanda estrema cautela a causa della grande quantità e prossimità di veicoli.

Tappa 22
San Martín del Camino - Astorga (23,7 km)

Dopo aver superato le strade asfaltate della periferia di León, arriviamo a un paesaggio più naturale, coronato per la storica Astorga, un posto da vedere. Sfruta i diversi vestigi romani, la sua architettura senza paragone e i suoi deliziosi pasticcini e "mantecados". Cosa c'è di meglio per ristorarsi dopo i 23 km di questa tappa?

Tappa 23
Astorga - Foncebadón (25,8 km)

Questa tappa ha una leggera salita. Anche se non è difficile, si può sentire dopo le lunghe tappe attraverso la piatta Castilla. La pendenza sale fino a raggiungere la regione del Bierzo. Da non perdere sono il cocido maragato e le frutte e verdure di questa zona. Le ciliegie del Bierzo, ad esempio, ti aiuteranno a non avere dolori muscolari. Restano solo 10 tappe per arrivare a Santiago de Compostela.

Tappa 24
Foncebadón - Ponferrada (26,8 km)

In questa tappa i ciclisti devono fare attenzione in alcune discese. Il punto più alto del cammino si trova in questa tappa, tra i chilometri 5 e 10. Poi c'è un'intensa discesa che termina a Ponferrada. Per quanto riguarda ai punti di interesse, non devi perderti il Castello Templarios, la Torre dell'Orologio o la Basilica de la Encina a Ponferrada.

Tappa 25
Ponferrada - Villafranca (24,2 km)

In questa tappa c'è solo una leggera salita dal chilometro 15. Il cambio più importante è che se inizia a sentire l'abbondanza di vegetazione. Si sente che abbiamo lasciato Castiglia per entrare nella verde e bella Galizia. In questa tappa, potrai vedere città affascinanti come Columbrianos, Componaraya, Cacabelos, Valtuille de Arriba, fino ad arrivare a Villafranca del Bierzo.

Tappa 26
Villafranca - O Cebreiro (27,8 km)

In questa tappa dobbiamo raggiungere O Cebreiro, un affascinante posto di montagna. La salita ha circa 400 m sopra il livello del mare a 800 m, producendo l'aumento più alto tra i km 20 e 27. Si tratta quindi di una pendenza considerevole in un percorso considerevolmente lungo. Se ancora hai forze, ti consigliamo di visitare la Chiesa di Santa María la Real e le famose "pallozas" de O Cebreiro.

Tappa 27
O Cebreiro - Triacastela (20, 8 km)

In confronto con la tappa precedente, questa è più breve e piatta, anche se finisce in una grande inclinazione, quindi i ciclisti devono fare attenzione. Questo percorso attraversa la magica zona degli Ancares. Il Camino non attraversa il Parco Naturale, ma puoi godere alcune delle sue prelibatezze: castagne, dolci artigianali, funghi, formaggio, ecc.

Tappa 28
Triacastela - Sarria (18,4 km)

Questo percorso è caratterizzato da un terreno solido e pianeggiante, prevalentemente asfaltato. È una tappa quasi completamente piatta, quindi è facile da percorrere a piedi o in bicicletta. Inoltre, è una delle più brevi, quindi possiamo approffitare per riposare e ammirare i suoi monumenti: la Chiesa di San Cristovo do Real, il Monastero dei Benedettini (a Samos) e la Chiesa di San Salvador a Sarria.

Tappa 29
Sarria - Portomarín (22,2 km)

La strada per Portomarín ha diversi salite e scese che rendono il viaggio un po' difficile, ma in generale è una tappa davvero grata. A Sarria serai già a 100 km da Santiago. Sarà normale trovare molti pellegrini sul Camino, poiché 100 km è la distanza minima per prendere la Compostela, l'attestato del pellegrinaggio. È tempo di condividere l'esperienza con i tuoi compagni pellegrini e di sfruttare quest'ultime tappe al massimo.

Tappa 30
Portomarín - Palas de Rei (24,8 km)

Sulla strada da Portomarín a Hospital da Cruz ci aspetta una salita di circa 400 m in solo 12 km. Le seguenti zone saranno piuttosto piatte e con abbastanza aree asfaltate. Non puoi andartene senza provare un buon pane galiziano, il polpo galiziano ("polbo á feira") e il "lacón con grelos".

Tappa 31
Palas de Rei - Arzúa (28,5 km)

L'ultima lunga tappa del Cammino ci porta da Palas de Rei ad Arzúa. Il suo percorso è caratterizzato dall'essere piatto e abbastanza vicino al livello del mare. Avrai l'opportunità di visitare posti come Leboreiro, Melide o Boente. Tra i suoi monumenti ci sono la Chiesa di Santa María de Leboreiro, il Ponte medievale del Río Furelos, la Cappella di San Roque a Melide, la Chiesa di Santa María de Melide, il Ponte Ribadiso e la Chiesa di Santiago ad Arzúa. Ti troverai in una delle zone in cui regna la migliore gastronomia galiziana: il polpo, i "melindres" di Melide e il formaggio di Arzúa sono alcuni dei gioielli della corona.

Tappa 32
Arzúa - Pedrouzo (19,3 km)

Arriviamo alla fine e gli ultimi due tappe sono più rilasate. Con solo 19 km, questa è una tappa semplice. Potrai vedere la Chiesa e l'Eremo di O Pedrouzo e riposarti prima del tuo ultimo giorno.

Tappa 33
Pedrouzo - Santiago de Compostela (19,4 km)

Questa è una tappa semplice e breve. Inoltre, il desiderio di arrivare a Santiago tende sempre a prendere i pellegrini, che sentono la forza del loro entusiasmo per arrivare a Compostella. Una volta sei arrivato a Santiago, non limitarti a visitare la Cattedrale. La capitale di Galizia offre un numero infinito di posti con storia, fascino e bellezza da non perdere: il monastero di San Martín Pinario, Santo Domingo de Bonaval, il Mercado de Abastos, l'Hostal de los Reyes Católicos. Oppure puoi semplicemente passeggiare per le sue fantastiche vie e goderti il tuo arrivo.


Ti serve un aiuto per organizzare il Cammino?

Se vuoi vivere l'esperienza del Camino de Santiago, ti aiuteremo a pianificare il tuo viaggio. Inviaci la tua richiesta senza impegno e ti contatteremo al più presto.

Trasmetteremo i tuoi dati a Pilgrim Travel S.L., chi gestirà la tua richiesta. Per esercitare i tuoi diritti, consulta la politica sulla privacy. Dati raccolti da Premium Leads S.L.

Scopri gli altri cammini

Il Cammino Francese è quello più popolare, ma ci sono tanti altri da percorrere.

» Cammino Francese 764 km / 33 giorni
» Cammino Portoghese 620 km / 25 giorni
» Cammino del Nord 824 km / 32 giorni
» Cammino Primitivo 313 km / 11 giorni
» Cammino Inglese 119 km / 6 giorni
» Vía de la Plata 960 km / 27 giorni
Utilizziamo i nostri cookie propri e di terze parti per migliorare i nostri servizi. Se continui a navigare, consideriamo che accetti il suo utilizzo. Puoi avere maggiori informazioni qui.